I vecchi siti web devono essere ristrutturati.


I vecchi siti web devono essere ristrutturati.

Responsive è la parola che riassume tutte le caratteristiche che deve avere un sito moderno e al passo con i tempi. Come in tutti i settori della tecnologia, anche quella legata alla costruzione di siti internet ha fatto passi in avanti. Questo ha dato origine a siti più belli, performanti, piacevoli da navigare. Tuttavia girando sul web si continuano a trovare siti piuttosto datati, la cui struttura risulta ormai, ai nostri occhi abituati sempre di più al bello, come brutti, disorganizzati, con colori tra di loro disomogenei, poco usabili, e soprattutto, non ben fruibili da smartphone, cose queste che tutte insieme fanno sicuramente perdere la maggior parte dei visitatori. L'argomento è diventato così importante che trovando un sito non responsive, Google ( https://developers.google.com/search/mobile-sites/ ) manda un avviso al gestore per comunicare che il sito non è adatto a dispositivo mobile, ed anche se non detto, verrà penalizzato nei suoi risultati di ricerca, a favore di siti analoghi ma responsive (https://it.wikipedia.org/wiki/Design_responsivo).

Le problematiche più comuni dei siti non responsive

E' abbastanza facile verificare da soli se il nostro sito sia responsive, basta visualizzarlo da smartphone, e tutto sarà molto evidente, ovvero: in prima battuta vedremo o solo una parte del sito, o lo vedremo intero ma molto piccolo e praticamente illeggibile; anche aumentando lo zoom fino ad avere i caratteri leggibili, i paragrafi risulteranno tagliati a destra o a sinistra, obbligandoci ad un continuo spostamento della pagina; il menù di navigazione soffrirà degli stessi problemi, ed i link, quelle parole chiave cliccabili facilmente da mouse, sarranno difficili da centrare con il tap del nostro dito sullo schermo del telefonino. Tutte queste cose fanno scappare qualsiasi navigatore dal nostro sito. Google ha una pagina apposta per fare un test mobile friendly (https://search.google.com/test/mobile-friendly) in piena autonomia.

Come vengono risolti questi problemi?

La scrittura dei siti web di vecchia generazione era abbastanza semplice ed alla portata di molti. Si scriveva il contenuto, lo si organizzava con le immagini costruendo la struttura grafica tramite semplici griglie o tabelle, e si metteva online. Il problema è proprio nella rigidità di queste tabelle, che non si adattano alla reale larghezza del video che lo apre. I siti con tecnologia responsive sono molto più complessi da costruire, in quanto sono necessarie competenze informatiche e di programmazione che solo i professionisti hanno. Tuttavia ci sono aziende che hanno pensato anche a questo problema, generando appositi programmi o framework, che ci aiutano e ci semplificano notevolmente questo lavoro. Cercando online ne troviamo di diversi tipi e possibilità, alcuni gratuiti tipo Mobirise, ed alcuni a pagamento tipo Boostrap Studio.

Web agency e web designer

Ovviamente se si vuole abbandonare il fai da te, che ha sempre i suoi limiti, e di può pagare, basta scegliere tra una gamma vastissima di consulenti web designer (o web-agency ), per ottenere risultati ottimi chiavi in mano. In un modo o nell'altro, il sito lo si deve ristrutturare, ed i prezzi per questa operazione possono andare da poche centinaia di euro, fino a parecchie migliaia, ma alternativa non c'è, l'alternativa è essere fuori mercato.

Conclusione

Ultimo argomento, ma non ultimo in ordine di importanza è l'aspetto legale. La ristrutturazione del nostro vecchi sito è una buona occasione per metterci in regola con la legge e con le ultime tecnologie sulla sicurezza informatica. Tutti i siti devono avere un avviso che spiega i coockies, ed una pagina relativa alla Privacy (https://www.interno.gov.it/it/amministrazione-trasparente/altri-contenuti-dati-ulteriori/privacy ), come richiesto dalla legge UE 2016/679 del 25 maggio 2018, emessa dal Parlamento Europeo. Il rischio in mancanza di questi accorgimenti sono pesanti sanzioni pecuniarie. Invece per la sicurezza è sufficiente che il sito venga gestito con il protocollo https , cosa che aumenta l'affidabilità reale e quella percepita dall'utente, visto che il protocollo https lo riceve solo un sito la cui identità sia nota. Se ci imbattiamo in un sito con il vecchio protocollo http conviene dubitare, e sicuramente non fare acquisti online.



Cerca 


Categorie Articoli

Ultimi articoli

Come-difendersi-dagli-allegati-pericolosi-nelle-email   APRI 

KEEPASS-un-posto-sicuro-per-le-nostre-PASSWORD   APRI 

Video-marketing-il-futuro-del-digital   APRI 

I-3-trend-estivi-del-2020-scopri-i-tagli-che-ti-stanno-meglio   APRI 

Model-Train-Remote-Control   APRI 

Telecomando-per-Trenini   APRI 

La-luna-ed-il-suo-influsso-in-agricoltura   APRI 

Come-rendere-tecnologico-il-tuo-ufficio   APRI 

Come-ristrutturare-casa-dal-punto-di-vista-ecologico   APRI 

Come-fare-i-biglietti-easyjet-online   APRI 

4-imperdibili-castelli-della-Baviera   APRI 

Dove-acquistare-abbigliamento-risparmiando   APRI 

I-benefici-della-rinoplastica-per-chi-ha-il-setto-nasale-deviato   APRI 

5-suggerimenti-per-viaggiare-in-sicurezza   APRI 

Cinque-applicazioni-per-le-proprie-vacanze   APRI 

Mete-estive-italiane-7-localita-di-mare-per-famiglie   APRI 

Come-vedere-le-partite-sullo-smartphone   APRI 

vacanze-estive-2020-mascherina-e-assicurazione   APRI 

Alluvione-a-Siongiroi   APRI 

Appello-di-Padre-Cristopher   APRI 

Siongiroi-News   APRI 

Arduino-Ebook-e-docs   APRI 

Sito-responsive   APRI 

SaveCMS   APRI 

Professioni   APRI 

Vantaggi-di-avere-un-fabbro-nelle-vicinanze   APRI 

Coronavirus-crolla-il-turismo-crescita-nel-2023   APRI 

Scienza   APRI 

Guide   APRI 

Strumenti-Meteo   APRI